Aosta, nasconde ai dottori i sintomi del coronavirus prima della rinoplastica e contagia l’equipe medica, rischia fino a 12 anni di carcere

Nasconde i sintomi del coronavirus per potersi sottoporre comunque a un intervento di rinoplastica e equipecontagia l’equipe medica. È successo a metà della scorsa settimana all’ospedale Parini di Aosta. Un uomo si doveva sottoporre a un’operazione considerata “ordinaria” al naso, ma il paziente non ha detto ai medici di avere sintomi sospetti.

Ad accorgersi che qualcosa non andava è stato l’anestesista che ha notato la temperatura corporea alta del paziente e ha deciso di farlo sottoporre a un tampone. L’uomo è risultato positivo, così dopo le dimissioni è stato messo in quarantena, ma per lui sono scattati anche dei provvedimenti legali. Sul caso è stata aperta un’inchiesta, le possibili ipotesi di reato vanno, in astratto, dalle lesioni personali colpose fino all’epidemia colposa che prevede una pena fino a 12 anni di carcere.

Il paziente, infatti, aveva lavorato nelle precedenti settimane in una località turistica della bassa Valle d’Aosta, venendo a contatto con molti turisti lombardi. Da giorni aveva una lieve tosse e un bruciore agli occhi, ma non aveva riferito il malessere ai medici che operandolo si sono esposti al rischio del contagio. L’uomo temeva di vedersi posticipare l’operazione, programmata da tempo e non urgente. Intanto in Valle D’Aosta cresce il numero dei contagi, soprattutto tra il personale sanitario.

Aosta, nasconde ai dottori i sintomi del coronavirus prima della rinoplastica e contagia l’equipe medica, rischia fino a 12 anni di carcereultima modifica: 2020-03-17T15:43:11+01:00da senzalenza
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.